Menopausa precoce e gravidanza


Ci sono donne che iniziano a manifestare i sintomi della menopausa prima dei 40 anni di età, si parla in questi casi di insufficienza ovarica primaria (PMO) e consiste nell’interruzione definitiva del ciclo mestruale che solitamente segue un periodo di irregolarità nel ciclo. La diagnosi può essere stabilita dal medico in base agli esami del sangue relativi al profilo ormonale e all’ormone antimulleriano.

 Le cause possono essere di origine familiare o genetica (ad es.Sindrome di Turner), autoimmuni, a difetti enzimatici ed metabolici, dovute ad interventi di chirurgia pelvica (rimozione delle ovaie a causa di endometriosi) e trattamenti di chemioterapia e radioterapia. Oggi è comunque possibile ottenere una gravidanza grazie all’ovodonazione.

La diagnosi tempestiva dell’insufficienza ovarica precoce è molto importante: ci sono infatti forme di insufficienza ovarica occulta che, se diagnosticate in tempo, permettono di effettuare trattamenti di procreazione medicalmente assistita, come il congelamento dei propri ovociti per preservare la fertilità.

L’arrivo della menopausa in forma precoce può implicare una diminuzione dell’autostima della donna che ne soffre. E‘ perciò importante affrontare anche un percorso terapeutico per il benessere emotivo.